Password Dimenticata?
Massa e dintorni ....in Corso
In edicola Agorà e Corso Italia news. Domani Don Luigi Manganiello prete Anticamorra alla Bozzaotra. Il Club Napoli Massa a Madrid. News dall'Archeoclub. I carnevali del Garden e del parco Sant'Anna. La Folgore sbanca Cimitile e vola. A Marzo Pellegrinaggio a Roma. Il Programma del Carnevale di Termini. News dal Parco marino. Onorato vespoli a Berlino fa onore a Massa. News dalla bacheca del lavoro.
La frase di oggi.
Chi giustifica i propri limiti dicendo "son fatto così" dovrebbe capire che la vita dura a lungo perchè si muoia migliori di come si è nati (da twitter)
Il vangelo del Giorno
Il Vangelo di Oggi

 

Lello Acone - un innamorato di Massa Lubrense

L'amore che Raffaele Acone, per gli amici Lello, nutre per la propria terra, Massa Lubrense, ha dato vita già da alcuni anni a questo progetto. Tanti sono gli argomenti che ruotano intorno al nostro bel paese di cui discutere. Lo sport e la politica, la scuola ed il commercio, quello che accade per le strade di Massa e quello che dice la gente sono solo alcuni dei temi che ci stanno a cuore.

Non chiedere ciò che il Tuo Paese può fare per Te, ma chiediti ciò che puoi fare Tu per il Tuo Paese! (John F. Kennedy)

Agenda del Giorno
ATTENZIONE:AGENDA NON AGGIORNATA. Buongiorno amici. Oggi è il 16 febbraio ed è giovedì. Il tempo a Massa si prevede sereno, temperature comprese tra 8° e 15° vento che soffia a 7 km/h da ovest ed umidità al 68%. Il sole sorge alle 7 e 06 e tramonta alle 17 e 43 mentre la luna, calante, 67% sorge alle 23 e 25 e tramonta alle 9 e 58 Oggi si festeggia il Beato Giuseppe Allemanno (clicca qui). E stamattina i nostri auguri di Buon Onomastico a tutti Coloro che portano questo bel nome ed a seguire quelli di Buon Compleanno che oggi vanno agli amici Clara Muredda di Massa, Barbara Amitrano di Nerano, Gio Gio Terminiello di Torca, Irene Gargiulo, Assunta Esposito, Angela Gargiulo, Maria Aponte, Maja Maddalena Pluta, Martina de Turris, Guglielmo Aprea, Liberato Urru, Tommaso Aprea, Salvatore Iaccarino, Maurizio Iaccarino, Mena Prisco, Paolo Iaccarino, Anna Apreda e Antonella Esposito . Buon Compleannno amici e che possiate trascorrere una lieta giornata circondati da chi Vi vuol bene.
Il nostro Libro degli Ospiti
In edicola Agorà e Corso Italia news. Domani Don Luigi Manganiello prete Anticamorra alla Bozzaotra. Il Club Napoli Massa a Madrid. News dall'Archeoclub. I carnevali del Garden e del parco Sant'Anna. La Folgore sbanca Cimitile e vola. A Marzo Pellegrinaggio a Roma. Il Programma del Carnevale di Termini. News dal Parco marino. Onorato vespoli a Berlino fa onore a Massa. News dalla bacheca del lavoro.
I Carabinieri assicurano alla giustizia i ladri di


Da oggi tutti noi possiamo tirare un sospiro di sollievo garzie alla brillante operazione dei carabinieri di Massa e Sorrento che hanno assicurato alla giustizia i responsabili dei furti a catena che scatenarono panico e rabbia nella nostra cittadinanza lo scorso anno. Al riguardo le dichiarazioni di ringraziamento del nostro Sindaco alla Benemerita Arma:

DICHIARAZIONE DEL SINDACO LORENZO BALDUCELLI 19 FEBBRAIO

“Sono grato ai Carabinieri ed in particolare al Capitano della Compagnia di Sorrento Marco La Rovere, per la brillante operazione che ha portato ad assicurare alla giustizia la banda, che nel periodo compreso tra aprile e giugno dello scorso anno, ha seminato il panico a Massa Lubrense ed in Penisola Sorrentina per una ondata di furti mai verificatasi a memoria d’uomo nelle nostre zone”. Questa la dichiarazione a caldo del sindaco di Massa Lubrense Lorenzo Balducelli alla notizia degli arresti. “Ho verificato di persona, nei momenti caldi dell’emergenza furti, il massiccio impiego di uomini, di mezzi e di energie da parte dei Carabinieri della Stazione di Massa Lubrense e dell’intera Compagnia nel controllo del territorio. Oggi, con gli arresti di queste ultime ore, si chiude il cerchio di una lunga, minuziosa, caparbia e raffinata attività info-invetigativa che ha tenuto impegnati le migliori energie dell’Arma dei Carabinieri. A nome dei cittadini di Massa Lubrense e dell’Amministrazione che rappresento -conclude Lorenzo Balducelli- ho già espresso telefonicamente al capitano Marco La Rovere il nostro ringraziamento e le nostre congratulazioni. Nei prossimi giorni lo farò di persona recandomi in visita presso il Comando di Compagnia”.


Ma si può dire che sono stranieri o è proibito?
di Utente non registrato, 20/02/2017 - 20:04


Nota: Lasciando un commento come Utente non Registrato, esso sarà posto al vaglio dagli amministratori e visualizzato solo dopo l'approvazione. È quindi normale che un commento inserito senza registrarsi non compaia subito ed è inutile reinserirlo. Per ovviare a questa limitazione

Registrati

Anche Miriam nell\


Con piacere formuliamo  alla nostra esperta Miriam Ruocco le nostre congratulazioni per l'eccellente lavoro svolto sulla Poseidonia, affascinante e misteriosa pianta marina, con l'equipe del grande professore Procaccini della stazione zoologica di Napoli, che hanno effettuato una ricerca durata ben quattro anni e che  è apparsa anche su Scientific reports una rivista scientifica prestigiosissima, ricerca che ha coinvolto ben ventiquattro ricercatori di sette nazioni diverse.
Qui di seguito la mail ricevuta da un nostro amico mentre cliccando qui gli articoli tratti da prestigiose testate locali e non sul lavoro svolto sulle praterie di Posidonia.

Caro Lello non vorrei che sfuggisse, proprio a te, che questa importante ricerca, della quale stanno parlando tutte le più importanti riviste scientifiche del settore, oltre che periodici locali, ha un cuore Massese oltre che la straordinaria professionalità di una equipe internazionale di ricerca guidata dal grande Prof. Procaccini della Stazione Zoologica di Napoli.



Nota: Lasciando un commento come Utente non Registrato, esso sarà posto al vaglio dagli amministratori e visualizzato solo dopo l'approvazione. È quindi normale che un commento inserito senza registrarsi non compaia subito ed è inutile reinserirlo. Per ovviare a questa limitazione

Registrati

News da Hotel Rifiuti zero.





COMUNICATO HRZ FEBBRAIO 2017


HOTEL RIFIUTI ZERO: DA 0 A 10 PER UN TURISMO SEMPRE PIÙ SOSTENIBILE


Hotel Rifiuti Zero, il noto progetto di sostenibilità ambientale che da anni porta le sue buone pratiche nelle attività ricettive italiane ed estere, ha iniziato un 2017 con diverse novità interessanti.

Il 27 febbraio si terrà a Lubiana il secondo step di formazione dedicato agli operatori turistici sloveni, dove gli hotel che hanno aderito al progetto lo scorso anno faranno il punto dei risultati raggiunti e si porranno nuovi obiettivi per proseguire il loro percorso in direzione rifiuti zero.

Dopo il successo dell’esperienza slovena, negli ultimi mesi Hotel Rifiuti Zero ha ricevuto richieste provenienti da alcuni albergatori austriaci e probabilmente il 2017 vedrà l’implementazione della strategia anche in Austria.

Le adesioni al progetto aumentano esponenzialmente anche in Italia, in particolare a Sorrento, dove la strategia è nata ed è divenuta un importante case study a livello internazionale grazie agli sforzi congiunti di Antonino Esposito, ideatore del programma di sostenibilità e di Mariella Russo, imprenditrice “illuminata” che è stata tra i primi in Italia a comprendere l’importanza di una gestione economica tesa al minimo impatto ambientale.

L’hotel Gardenia e l’hotel Flora di Sorrento sono recenti new entry della famiglia “HRZ”, e vanno ad affiancarsi ad una “flotta” che è diventata piuttosto imponente, arrivando in pochi anni “da 0 a 10”.

Il protocollo HRZ dalla prossima primavera sarà adottato anche nella struttura ricettiva “The Pinball Luxury Suites”, un hotel di lusso che aprirà a Viterbo e che sarà anche uno dei musei più particolari d’Italia: quello del flipper.

Il 2017 si prospetta un anno anche ricco di eventi: lo scorso 20 gennaio Antonino Esposito ha partecipato come relatore in qualità di esperto di turismo sostenibile ad un importante convegno che si è tenuto a Camaiore, comune con una spiccata sensibilità riguardo al tema della sostenibilità ambientale.

Giovedì 16 febbraio Antonino Esposito interverrà invece presso l’Agorà Morelli di Napoli in occasione del convegno Eco-Prassi, organizzato da Anea, agenzia napoletana energia ed ambiente, in collaborazione con il comune di Napoli, Federalberghi Napoli, A.D.A e Unione Industriali Napoli.

L’Evento, dedicato alle eco‐prassi quale motore di sviluppo per il settore alberghiero, si inserisce fra le iniziative previste in occasione del 2017, Anno Internazionale del Turismo Sostenibile, proclamato dall’ONU. Durante il dibattito si approfondirà l’evoluzione della domanda e dell’offerta nel settore alberghiero, riguardo alla crescente attenzione verso l’ambiente da parte dei consumatori e in considerazione del notevole trend di crescita dei flussi turistici nell’area napoletana e campana.

Anche il mese di marzo vedrà gli esperti di Hotel Rifiuti Zero impegnati per un altro importante evento sul tema del turismo sostenibile: un convegno organizzato dall’Ordine degli Architetti di Salerno e da Federalberghi Salerno che si terrà in Costiera Amalfitana e che mirerà alla definizione di linee guida pratiche finalizzate alla valorizzazione dell’immenso patrimonio architettonico della Costiera Amalfitana e di tutta la provincia di Salerno in linea con le buone pratiche sostenibili del protocollo HRZ.


Andate a visitare l'incerenitore di Vienna o quello di Brescia.
Comunque zero waste è un idea buona ma non la soluzione.
di Utente non registrato, 20/02/2017 - 20:13


Nota: Lasciando un commento come Utente non Registrato, esso sarà posto al vaglio dagli amministratori e visualizzato solo dopo l'approvazione. È quindi normale che un commento inserito senza registrarsi non compaia subito ed è inutile reinserirlo. Per ovviare a questa limitazione

Registrati

Salvata una tartaruga che potrebbe avere uova.




Proprio così, al riguardo il relativo comunicato stampa inviatomi dall'Aea marina Protetta che ringrazio per l'attenzione:


Buongiorno, di seguito comunicato stampa su recupero tartaruga femmina che potrebbe avere uova. Buon lavoro

COMUNICATO STAMPA

Punta Campanella, salvata una femmina di tartaruga che potrebbe avere uova


Pescata accidentalmente, e' in buone condizioni. Il centro Tartanet del Parco l'ha recuperata e portata alla Stazione zoologica. Un'ecografia dira' se e' nella sua stagione riproduttiva. 

Era rimasta intrappolata in una rete da pesca mentre si riposava sui fondali al largo del golfo di Salerno. Una tartaruga femmina di 60kg e' stata recuperata nei giorni scorsi dal Centro Tartanet dell'Area Marina Protetta di Punta Campanella. Liberata dalle reti, e' stata poi trasportata a Portici, al nuovo centro della Stazione zoologica. L'esemplare di Caretta caretta e' in buone condizioni, con un carapace di 75centimetri e nessuna ferita visibile. Ora sara' tenuta al caldo e al sicuro fino in primavera. Ma prima di essere rimessa in mare verra' sottoposta ad ecografia perche' potrebbe essere nella sua stagione riproduttiva e quindi ospitare uova nelle ovaie. In questo caso la femmina di tartaruga sara' monitorata attraverso l'applicazione di un GPS sul carapace. Verra'  seguita costantemente e si cerchera' di individuare le zone di riproduzione nell'area del medio tirreno. Negli ultimi anni le tartarughe hanno nidificato nel Cilento. Un ottimo segnale per chi e' impegnato nella salvaguardia di questo splendido animale a rischio di estinzione nel mediterraneo.
Il centro Tartanet del Parco ha recuperato oltre 150 tartarughe in questi anni. Numeri fondamentali per la tutela, la crescita e la nidificazione  della specie lungo le coste campane. Numeri che rendono orgogliosi i vertici dell'Area Marina Protetta, con il Presidente Michele Giustiniani e il direttore Antonino Miccio che sottolineano come "la collaborazione con i pescatori stia dando i suoi frutti con tantissime tartarughe salvate da morte certa".

Massa Lubrense, 20 Febbraio 2017



Nota: Lasciando un commento come Utente non Registrato, esso sarà posto al vaglio dagli amministratori e visualizzato solo dopo l'approvazione. È quindi normale che un commento inserito senza registrarsi non compaia subito ed è inutile reinserirlo. Per ovviare a questa limitazione

Registrati

Il bel carnevale di Villa castanito per tutti!


Il Carnevale, si sa, è soprattutto la festa dei Bambini che scelgono quella giornata per indossare almeno per un giorno le vesti del Suo personaggio o animale preferito o di quel che vorranno far da grandi. Ed allora perchè non profittare dell'opportunità che ci offrono, per i bimbi, i frattelini ed i genitori a prezzi imbattibili,  gli amici di Villa Castanito a Pastena  che  il prossimo 28 febbraio  hanno organizzato  per  tutti i bambini un pomeriggio da favola  e da vivere tutti insieme in allegria con musica, balli, giochi e tante stuzzicherie da gustare. In apertura la locandina con le informazioni ed i recapiti per info  e prenotazioni.



Nota: Lasciando un commento come Utente non Registrato, esso sarà posto al vaglio dagli amministratori e visualizzato solo dopo l'approvazione. È quindi normale che un commento inserito senza registrarsi non compaia subito ed è inutile reinserirlo. Per ovviare a questa limitazione

Registrati

Agorà in edicola questa settimana

Interessante l'articolo sull'opinione del cassonetto sull'ex calciatore del Napoli. È giusto dare voce a tutti.
di Utente non registrato, 20/02/2017 - 19:00


Nota: Lasciando un commento come Utente non Registrato, esso sarà posto al vaglio dagli amministratori e visualizzato solo dopo l'approvazione. È quindi normale che un commento inserito senza registrarsi non compaia subito ed è inutile reinserirlo. Per ovviare a questa limitazione

Registrati

Fa ciò che devi: Ci scrivon Poi e Fiorentino!
Ricevo e grato per l'attenzione dagli amici Luigi Poi e Giovanni Fiorentino il seguente articolo che, come sempre, darà lustro e vita a questo sito. Grazie:

Gentile sig. Acone,
Questo nostro intervento è il portato di una sofferta ponderazione.
Confidiamo che offra spunti per un'adeguata riflessione su una realtà
che dovrebbe rendere tutti più responsabili.
Lo speriamo.
Con i sensi della nostra stima.
Giovanni Fiorentino - Luigi Poi

FA CIO’ CHE DEVI, ACCADA QUEL CHE PUO’

(Per il possibile contro il probabile)

Il riscontro ai nostri interventi su questo blog, anche se nella quasi totalità conformativi e sostanzialmente gratificanti, nondimeno ci induce ad alquante riflessioni che ne attenuano l’impatto positivo. Per la necessità di non appesantire ulteriormente il testo, di per sé già pesante quando si discetta di argomenti seri, e per poterlo rendere funzionale ad un progetto, ci soffermiamo sulla percezione che la gente di Massa Lubrense, passato l’entusiasmo vissuto in perfetta buona fede per un auspicato vento di novità che sottovalutava le condizioni obiettive di contesto ai diversi livelli gestionali e la non diversa cultura politica di fondo degli artefici del cambio della guardia, si sia riposizionata sul mugugno come massima espressione del dissenso talora a pelle e su anonime condivisioni con chi ha la forza morale o il coraggio di esprimerlo, magari per evitare possibili spiacevoli ripercussioni sul proprio particolare; laddove i ricordi del passato non troppo remoto per un verso ne allontanano una equanime e spassionata comprensione per altro distolgono l’attenzione dal quotidiano e dai problemi a venire.

Pur se i marosi delle vicende globali pervengono attenuati in questo angolo di terra che è la penisola sorrentina e, per ciò che interessa, Massa Lubrense, non possiamo non considerare che quest’oasi ora felice, e nemmeno in maniera omogenea, non è l’ombelico del mondo e comunque risente di problematiche presenti sia a livello globale che nazionale: sotto il primo aspetto, di una generalizzata perdita di valore del fattore “Lavoro”, di una concentrazione sempre maggiore ed in pochissime mani della ricchezza, e di converso in un’espansione a dismisura della povertà; sotto il secondo, della dissoluzione del “Sistema Italia” solo rinviata di anno in anno ricorrendo in modo spregiudicato ed insano ad un continuo aumento della montagna del debito pubblico, gravato ogni anno (per ora) da circa 70 miliardi di soli interessi, il cui costo viene irresponsabilmente scaricato sulle generazioni future, alla cui formazione ha dato un essenziale contributo una dissennata politica di spesa e di corruttela mirata al consenso elettorale, iniziatasi alla fine degli anni ’60 ed accentuatasi  a dismisura nell’ultimo ventennio sotto la spinta di un sistema politico mai in passato così divisivo.

L’alterazione del valore relativo dei fattori produttivi a vantaggio degli investimenti capitalistici sta comportando un processo di accumulazione finanziaria disumanizzato e disumanizzante, asettico ed autoreferenziale, senza cuore nè patria, che rende aleatorio il lavoro e le condizioni di vita dell’umanità più debole spostando verso l’indigenza il ceto operaio ed il ceto medio, per il passato ossatura della nostra economia ma oggi sempre meno incidenti nella produzione di beni o servizi; processo che, in assenza di correttivi, stante la ineludibile relazione tra benessere materiale e consumi, potrà avere quale possibile effetto di medio lungo periodo la creazione di una ricchezza di carta del tutto nominale che ne renderà inesigibili i vantaggi teorici per gli stessi suoi detentori.

In uno scenario siffatto si delineano nel nostro Paese come prospettive non certo rassicuranti l’ulteriore esplosione dell’eccessivo indebitamento pubblico, la carenza di spirito d’iniziativa di una popolazione soprattutto invecchiata ed infiacchita nello spirito poco propensa a mettersi in gioco e rischiare, l’aumento dell’incidenza della fiscalità anche locale e della bolletta energetica su famiglie ed imprese, la fuga dei giovani migliori e l’immigrazione di disperati, e così via dicendo; a contrastare tale percorso è necessario che venga meno lo spirito di rassegnazione al peggio e si operi perché, al posto della fatalistica attesa della realizzazione del probabile, si abbia quella volitiva del possibile. E’ un compito arduo ma non irrealizzabile, sol che non ci si sottragga e si abbia forza di volontà, spirito di sacrificio e d’iniziativa e senso di solidarietà sociale: il nostro Paese, prostrato e senza capitali dopo una guerra disastrosa, ebbe modo di realizzare in ben più difficili condizioni il “miracolo economico” ed ottenere l’”oscar della lira”. 

Il possibile può essere alternativo al probabile, sol che non si incapsuli nella rassegnazione; ma il realizzarsi dell’uno anziché dell’altro esige uno sforzo corale associato a rischio e sacrificio, di cui innumerevoli esempi possono ritrovarsi nella cronaca anche recente: per non andare lontano, è il caso di riandare al ritiro in Romania, sotto la pressione popolare, della legge di maggiore indulgenza per i reati di corruzione approvata dal Parlamento di quel Paese. E’ uno sforzo corale alternativo al tirare a campare, che involge una prioritaria attenzione al bene comune, troppo spesso considerato come res nullius anziché come bene di tutti.

In tale ottica, per ciò che attiene al nostro microcosmo lubrense, la gestione della cosa pubblica deve essere affare demandato alla classe politica locale costantemente sotto la lente di una cittadinanza attiva, responsabile ed all’occorrenza severa, che faccia in particolare le pulci alla spesa pubblica per stimolarne l’efficientamento e la razionalizzazione, destinando i risparmi correlati, fino all’ultimo centesimo disponibile, verso investimenti direttamente o indirettamente produttivi che garantiscano un ritorno e potenzialità per nuove occasioni di lavoro. Nel privato, la gestione degli interessi particolari deve essere orientata e convergere in direzione della solidarietà e dello sviluppo produttivo sostenibile, senza che la territorialità rappresenti un limite invalicabile. In differente ipotesi, a mano a mano andrà a realizzarsi il probabile e da qui a pochi anni il venir meno delle attuali risorse familiari (tra cui le pensioni ed i risparmi dei nonni), che oggi suppliscono alla carenza di reddito dei più giovani (41% di disoccupati e circa il 20% di sotto-occupati) moltiplicheranno il numero degli indigenti, coinvolgendo anche nuclei familiari ora benestanti.

Realizzandosi il probabile, ad essere penalizzati saranno soprattutto i nostri figli ed i nostri nipoti; tuttavia rilevanti sarebbero le colpe delle generazioni attuali ove non cercassero di arginare il fenomeno. E’ perciò che abbiamo sentito come nostro DOVERE ETICO sottoporre queste modeste riflessioni ai nostri concittadini e soprattutto ai giovani, perché prendano coscienza di siffatta complessa problematica, implicante risvolti di natura economica sociale e politica, e l’affrontino per quanto possibile senza indulgere nel fatalismo o in considerazioni autoconsolatorie.

Seguendo la lezione salveminiana, ci siamo detti: “Fa quel che devi, accada ciò che può”; ed abbiamo deciso di chiamare a raccolta le persone di buona volontà, e soprattutto i giovani per essere ancora e maggiormente interessati e vergini da condizionamenti partigiani, per formare un gruppo omogeneo che abbia a comune denominatore il ripudio della cancrena del familismo amorale, la sensibilità per il bene comune, la consapevolezza della necessità della solidarietà sociale, l’adesione ai valori della cultura occidentale, il rispetto della personalità umana e del metodo democratico, la presenza attiva del cittadino nella vita della comunità di appartenenza.

Ora, accada quel che può; ma nessuno potrà rimproverarci per non averci provato.

                          Giovanni Fiorentino                             Luigi Poi

 

P.S. In omaggio ad un lontano generoso quanto sfortunato tentativo di dar vita ad un’Associazione locale con finalità in buona parte analoghe promosso dal mai troppo compianto Francesco Saverio Mollo, abbiamo creato l’indirizzo di posta elettronica ateneolubrense@libero.it, cui coloro che fossero interessati all’iniziativa potranno dare la propria adesione o anche solo dare consigli e suggerimenti circa il percorso da seguire


propongo che ci si faccia parte attiva per un \\"NOBEL\\" -letteratura ai nostri eccelsi concittadini!!!!
di Utente non registrato, 20/02/2017 - 09:28

Dovevate attivarvi quando eravate in politica...leggendo questo intervento i giovani saranno ancora di più incoraggiati ad emigrare...
di Utente non registrato, 20/02/2017 - 10:08

Bravo Lello.
Meno male che c'è chi ci tira fuori dagli sproloqui quotidiani
e ci invita a guardare alto ed oltre.
di Utente non registrato, 20/02/2017 - 10:55

Si potrebbe anche aggiungere che è stato comunicato anche un allarme INPS mancherebbero all'appello 16 miliardi.
La situazione è difficile ed i galli presuntuosi continuano a litigare.
I giovani , giustamente come asserito nel lungo ma ragionato post,è meglio che sappiano ciò che può succedere.
di Utente non registrato, 20/02/2017 - 11:11

Ben scritto e ben pensato.Ogni affermazione ben documentata.
La penisola resisterà finché arrivano i turisti, ma se ci mandano extracomunitari che andranno sbandati per le strade allora anche la Penisola rischia.
Eduardo De Filippo lanciò già tanti anni fa il famoso grido FUJETEVENNE , non so cosa direbbe oggi di fronte a questo sconquasso.
Preparare i giovani a meglio far fronte ad eventuale collasso economico è una missione benemerita ma a chi tocca farlo ?
di Utente non registrato, 20/02/2017 - 13:09

bla bla bla !!!!! beato chi sta in pensione da tanti anni
di Utente non registrato, 20/02/2017 - 13:14

trasferire conoscenze ed esperienze è più di un dovere morale .
Però mi domando e chiedo sono i giovani disponibili a staccarsi dagli iphone e iniziare nuovi percorsi.
I concittadini e cari amici Gigi e Giovanni ci stanno provando a spostare il dibattito su temi impegnativi ma come ironicamente canta Checco Zalone per anni si è sognato il posto fisso , sogno difficile da estirpare.
di Utente non registrato, 20/02/2017 - 17:06

A sentire i TG di oggi la situazione troppo delicatamente esaminata dai nostri due concittadini è molto più pesante.
Iniziamo che non sanno da dove prendere 3miliardi e 400 per tappare il buco Europa, i tassisti stanno bloccando tutte le città, L'Alitalia un altro buco enorme, le iene hanno scoperto che soldi della Presidenza del consiglio finiscono in circoli dediti a cose brutte e così vi.
Dai commenti si capisce che a molti da fastidio che si scrivono certe cose ma a me pare la verità.
Personalmente sono del parere che chiudere gli occhi e fare del facile buonismo non porta da nessuna parte.
Quindi è meglio essere informati di quello che sta succedendo e di quello che può succedere.
di Utente non registrato, 20/02/2017 - 20:11


Nota: Lasciando un commento come Utente non Registrato, esso sarà posto al vaglio dagli amministratori e visualizzato solo dopo l'approvazione. È quindi normale che un commento inserito senza registrarsi non compaia subito ed è inutile reinserirlo. Per ovviare a questa limitazione

Registrati

Nasce a Massa portale Turismo e l'app dedicata


MASSA LUBRENSE – Nasce il Portale del Turismo e l’App

Si è concluso da pochi giorni l’iter relativo al bando di gara per la realizzazione di un nuovo portale turistico e dell’app per i cellulari ad esso connessa. Ad aggiudicarsi il progetto l’azienda Unlimited Technology srl di Napoli che, oltre alla realizzazione del sito web e dell’app, dovrà occuparsi anche della manutenzione del portale internet per 16 mesi e della formazione di 2 dipendenti comunali per l’aggiornamento delle informazioni. L’innovativa iniziativa si pone l’obiettivo di portare il Comune di Massa Lubrense ad essere sempre più “digital oriented”.

Il progetto prevede la realizzazione di un sito internet interamente dedicato al settore Turistico, che punta a razionalizzare e divulgare in più lingue (Italiano, Inglese, Tedesco) le informazioni utili ai visitatori della Terra delle Sirene. Al contempo è stata commissionata anche un’app, in modo da garantire un veloce accesso ai contenuti anche da smartphone e tablet.

Si dichiara molto soddisfatto il delegato alla Promozione dell’Immagine, dott. Marco Mosca, che ha fortemente promosso l’iniziativa ed ha così commentato:

“Con l'affidamento della realizzazione del Portale del Turismo e dell'App, grazie al proficuo lavoro della dott.ssa Maria Cristina Palumbo, raggiungiamo un altro importante punto programmatico. Raccogliendo l'input di alcuni giovani del territorio, si è pensato di colmare l'esigenza di quei turisti digitalmente evoluti che si avvalgono ormai solo di Internet per scegliere la destinazione e pianificare la vacanza, e che una volta sul posto utilizzano il cellulare per recepire le informazioni utili inerenti al territorio e scoprire i luoghi di interesse da visitare. È nostra intenzione, quindi, coinvolgere anche tutti gli imprenditori ed operatori del settore turistico affinché si possa usare il Portale del Turismo e l'App per promuovere l'immagine del nostro territorio e concentrare tutte le info utili ai nostri ospiti su luoghi da visitare, spiagge, siti di interesse culturale, ristoranti, strutture alberghiere ed extra-alberghiere. L'obiettivo più ambizioso, ed a lungo termine, resta quello di creare le sinergie tra tutti gli attori affinché si possa fare sistema e migliorare i servizi dell'offerta turistica. La dotazione di tali strumenti digitali consentirà al Comune di Massa Lubrense di essere all'avanguardia nel settore del marketing territoriale tra i Comuni a vocazione turistica, e permetterà un aumento della visibilità del nostro territorio in specifici target di utenza.” 

Incrociamo le dita anche se il turismo si fa mettendo in campo cittadinre pulite, prezzi buoni, cortesia, facile mobilità, gastronomia mediterranea, tranquillità e sicurezza in tutti i sensi.
di Utente non registrato, 20/02/2017 - 10:57

Fare sistema -privato e pubblico - è fondamentale ma è anche fondamentale concentrare tutte le risorse sul turismo a meno che
non spunti una idea vincente ed alternativa.
Le informazioni utili ci sono ad iosa serve di più trovare il modo di come mandare i turisti in giro per il Comune e come tenere il Comune in condizioni di vivibilità.
Io vedo in giro molta decadenza, molta approssimazione, poco rispetto per i beni comuni e per la vita degli altri.
di Utente non registrato, 20/02/2017 - 13:14


Nota: Lasciando un commento come Utente non Registrato, esso sarà posto al vaglio dagli amministratori e visualizzato solo dopo l'approvazione. È quindi normale che un commento inserito senza registrarsi non compaia subito ed è inutile reinserirlo. Per ovviare a questa limitazione

Registrati

Nasce a Massa la consulta per il turismo.

E' nata la consulta del turismo del Comune di Massa Lubrense.

Su segnalazione delle diverse categorie rappresentate la Giunta Comunale ha nominato i componenti effettivi e supplenti della Consulta:

Pro Loco Massa – Teresa Pappalardo effettivo, Amalia Guarracino supplente

Pro Loco Due Golfi – Donato Iaccarino effettivo, Giovanni Esposito supplente

Coldiretti Antony Pollio - effettivo, Benedetto De Gregorio, supplente

Gruppo consiliare Patto con la Città

Federica Orsi effettivo, Giovanni Terminiello supplente

Gruppo consiliare Insieme per Massa Lubrense

Francesco Mandato effettivo, Francesco Esposito supplente

Strutture Alberghiere - Salvatore Insigne effettivo, Claudio Cacace supplente

Strutture paralberghiere - Stefano Amitrano, Tiziana Piroddi supplente

Ristorazione - Tommaso De Simone effettivo, Fausto Fontana supplente

Agriturismi - Luigi Nunziata effettivo, Luca Ferrari supplente

Stabilimenti balneari – Beniamino Mellino effettivo, Ivan Smith

La prima riunione del nuovo organismo è fissata per la prima metà di marzo dove l’Amministrazione comunale presenterà il cartellone delle attività estive.


" La Consulta per il Turismo costituisce un organo di fondamentale importanza -dichiara il vice sindaco e assessore al turismo Giovanna Staiano- la Consulta benche' ha formalmente solo potere consultivo, ricopre un ruolo di stimolo e di programmazione che sara' di grosso aiuto nella valorizzazione del turismo a Massa Lubrense. Finalmente potremo ascoltare in sinergia le voci di tutte le categorie del comparto turistico e affrontare globalmente le criticità del settore. Massa Lubrense e il turismo, quale settore trainante della nostra economia, hanno bisogno di questo lavoro sinergico per essere uniti e protagonisti nelle attività di promozione e nei rapporti con la Regione Campania ed in particolare con l'assessorato al turismo. Insieme ed unendo le forze ce la possiamo fare".


Ma non sono troppi?
E qual'è il loro compito?
di Utente non registrato, 20/02/2017 - 11:12

Non si può giudicare a priori.
Ma i precedenti non sono buoni.
di Utente non registrato, 20/02/2017 - 17:08


Nota: Lasciando un commento come Utente non Registrato, esso sarà posto al vaglio dagli amministratori e visualizzato solo dopo l'approvazione. È quindi normale che un commento inserito senza registrarsi non compaia subito ed è inutile reinserirlo. Per ovviare a questa limitazione

Registrati

La bonifica del mare inizia dai rivi!




Proprio così, al riguardo il relativo comunicato stampa inviatomi dall'Aea marina Protetta che ringrazio per l'attenzione:

Buongiorno, di seguito comunicato stampa su bonifica rivo Pantano al capo di Sorrento.   Buon lavoro

COMUNICATO STAMPA

Lotta all'inquinamento del mare, la bonifica parte dai rivi

Operazione di pulizia al rivolo Pantano tra Priora e il Capo di Sorrento. In campo il comune e l'Area Marina protetta di Punta Campanella.

Importante operazione di bonifica nel rivo Pantano presso il Capo di Sorrento. Quintali di rifiuti recuperati e rimossi dagli argini dell'alveo che ora sono stati liberati, limitando  anche un possibile rischio di dissesto indrogeolico. Rimossi quantita' ingenti di vetro, lattine, rottami ferrosi, ma soprattutto arbusti e legname. Sono stati anche ripuliti i pozzetti di scarico che erano intasati. 
L'intervento e' stato programmato e realizzato in questi mesi dal comune di Sorrento, dall'Area Marina Protetta di Punta Campanella e da Penisola Verde, da anni impegnati insieme per la pulizia del mare attraverso varie iniziative quali la bonifica di spiagge e fondali e gli interventi dello Spazzamare in dotazione al Parco, con tonnellate di materiale raccolte dal mare e dalle coste della penisola nell'ultimo anno. 
Il materiale presente nel rivolo ostruiva il normale deflusso dell'acqua e questo avrebbe potuto accrescere il rischio di dissesto idrogeologico.  Inoltre, con le prime forti piogge, tutti i rifiuti sarebbero potuti finire in mare, causando disagi e problemi di balneabilita'.
"La pulizia dei rivi e' fondamentale per prevenire l'inquinamento marino- ha dichiarato Antonino Miccio, direttore dell'Area Marina Protetta Punta Campanella- Tutto il materiale raccolto cosi' non finira' in mare. Una bonifica preventiva che cerchiamo di realizzare da anni insieme al comune di Sorrento".
E' da qualche anno che infatti il rivo Pantano viene monitorato sia per evitare problemi di dissesto indrogeologico sia per evitare inquinamento a mare. Negli scorsi anni fu recuperata addirittura una intera camera da letto con tanto di materassi, reti e comodini disclocati nei pressi dell'alveo. 
“La bonifica di un tratto importante del Rivo di Pantano – dichiara il 
Consigliere Comunale di Sorrento, Luigi Di Prisco – prosegue con il lavoro intrapreso da circa un anno e mezzo in favore dell’ambiente e dell’ecosistema marino. E’ 
indispensabile monitorare i territori più a rischio per recuperarli sotto il 
profilo ambientale e prevenire in questo modo gravi disagi sotto il profilo idrogeologico. Nei prossimi mesi,  metteremo in atto una serie di attività per prevenire l’inquinamento marino effettuando interventi a terra dove vengono incivilmente gettati i rifiuti, e svolgendo delle azioni presso le marine, oltre ad accrescere l’
attenzione su rivi e valloni".


Massa Lubrense, 17 Febbraio 2017



Nota: Lasciando un commento come Utente non Registrato, esso sarà posto al vaglio dagli amministratori e visualizzato solo dopo l'approvazione. È quindi normale che un commento inserito senza registrarsi non compaia subito ed è inutile reinserirlo. Per ovviare a questa limitazione

Registrati

La Folgore asfalta anche la Virtus Roma!


Ancora una grande impresa per la Folgore Massa che sabato scorso in un palatigliana gremito ha battuto con un secco tre a zero la Virtus Roma restando tra le favorite ai playoff finali. Questo L'articolo al riguardo dell'amico Antonio Abbate su penisola sport (clicca qui):

La Folgore Massa batte per tre set a zero (25-22, 25-13, 25-19) la Virtus Roma e continua la sua ricorsa alla zona playoff promozione in serie A. Un successo netto e meritato che la Folgore è riuscita ad ottenere nonostante un inizio di primo set reso alquanto problematico da alcuni errori in ricezione che hanno consentito alla Virtus di portarsi avanti di 5 punti (10-15). L’ingresso di Amitrano al posto di Russo ha messo a posto la ricezione consentendo alla Folgore di recuperare parte dello svantaggio (20-22). Rimonta completata grazie alle battute di Felice Sette mai così decisivo al servizio come stasera. 
L’entusiasmante rimonta che ha portato alla conquista del primo set ha galvanizzato tutto l’ambiente del Palatigliana permettendo alla Folgore di esprimersi ad alto livello anche nel set successivo lasciando alla Virtus solo 13 punti.
Ad inizio terzo set un breve calo di concentrazione della Folgore permetteva alla Virtus di portarsi avanti nel punteggio (5-7). I romani riuscivano a difendere il vantaggio fino all’11-13 ma poi venivano nuovamente sopraffatti dalla Folgore grazie soprattutto ad una serie di muri vincenti che le consentivano di ribaltare il risultato  dall’ 11-13 al 19-14. La Virtus provava nuovamente a rimontare ma il suo tentativo si infrangeva ancora una volta contro il muro di Luca Testagrossa che metteva a terra il pallone decisivo chiudendo set ed incontro sul 25-19.
La Folgore Massa è scesa in campo con la formazione abituale che prevede Aprea in regia, Palmeri opposto, Sette e Russo schiacciatori di banda, Testagrossa e Cuccaro centrali, Di Nucci libero. Nel corso dell’incontro sono stati utilizzati anche Amitrano, Miccio e Laganà. La Virtus Roma ha presentato Gomiero in regia, Rinaldi opposto, Rinaldi e Fanti schiacciatori di banda, Lancione e Caggiola centrali, Saltimbanco libero. Hanno arbitrato Ivan Grosso (Campobaso) e Cosma Costa (Isernia).
Il successo odierno permette alla Folgore di ridurre ulteriormente le distanze dalle squadre che la precedono in classifica recuperando un punto ad Ottaviano che ha vinto al tiebreak a Viterbo (perdeva 2-0).
Al momento il terzo posto è a soli tre punti. Un non impossibile successo della capolista Latina sul campo della Roma Volley consentirebbe alla Folgore di portarsi a soli tre punti dalla seconda e sabato prossimo c’è da andare a far visita all’Ottaviano.



Nota: Lasciando un commento come Utente non Registrato, esso sarà posto al vaglio dagli amministratori e visualizzato solo dopo l'approvazione. È quindi normale che un commento inserito senza registrarsi non compaia subito ed è inutile reinserirlo. Per ovviare a questa limitazione

Registrati

A Sorrento ricordiamo Dalla !






Comunicato stampa

(19 febbraio 2017)

 

LUCIO DALLA. SPETTACOLARE OMAGGIO, ISTITUZIONALE E MUSICALE, DI SORRENTO, DI SAN MARTINO VALLE CAUDINA E DEL FAUNO NOTTE CLUB DI SORRENTO A LUCIO DALLA, NEL V ANNIVERSARIO DELLA SCOMPARSA (1 MARZO 2012/1 MARZO 2017) E NEL LXXIV ANNIVERSARIO DELLA NASCITA (4 MARZO 1943/4 MARZO 2017) DEL GRANDE ARTISTA BOLOGNESE. LAURO: “CELEBRAZIONI INDIMENTICABILI”

 

Nel V anniversario della scomparsa (1 marzo 2012/1 marzo 2017) e nel LXXIV anniversario della nascita (4 marzo 1943/4 marzo 2017) di Lucio Dalla, l’Amministrazione Comunale di Sorrento, l’Amministrazione Comunale di San Martino Valle Caudina e il Fauno Notte Club di Sorrento, hanno programmato uno spettacolare omaggio, istituzionale e musicale, al grande artista bolognese. I sindaci di Sorrento, avv. Giuseppe Cuomo, e di San Martino Valle Caudina, arch. Pasquale Pisano, celebreranno ufficialmente, nei rispettivi palazzi municipali, il gemellaggio tra i due paesi, alle ore 11.30 di venerdì 3 marzo, a San Martino Valle Caudina, e, alle ore 11.30 di sabato 4 marzo, a Sorrento. Nell’estate 1986, Dalla compose, a Sorrento, “Caruso”, e, il 18 agosto 1986, cantò, per la prima volta, a San Martino Valle Caudina, di fronte al grande pubblico, il suo capolavoro. Seguiranno, nel pomeriggio, nelle stesse date e nelle rispettive sale consiliari, alle ore 17.00, due convegni di studio, sul tema, “Lucio Dalla: uomo, poeta e musicista”, coordinati dallo scrittore Raffaele Lauro, autore di tre opere narrative e di un docufilm sul legame del cantautore con la perla della costiera sorrentina e con il borgo montano della Valle Caudina. Per concludere degnamente le celebrazioni dalliane 2017, dopo quelle organizzate dal Comune di Sorrento anche negli anni precedenti, il Fauno Notte Club di Sorrento dedicherà uno spettacolo-omaggio musicale a Dalla, sabato 4 marzo 2017, alle ore 20.30, voluto dal patron dello storico locale notturno, Maurizio Mastellone, ideato e diretto dalla regista, Eleonora Di Maio. Nel corso della serata, saranno interpretate le più belle canzoni di Dalla e, in conclusione, la canzone, “Uno straccione, un clown” (R. Lauro, G. Cardella, P. Della Mora, A. Lucerna), dedicata, in questa ricorrenza celebrativa, da Lauro all’artista. Sarà la prima esecuzione dal vivo, in anteprima nazionale, della nuova composizione. Lucio Dalla era arrivato a Sorrento, per la prima volta, nel 1964, per esibirsi, insieme con la band dei Flippers, come giovane clarinettista, proprio al Fauno Notte Club di Franco e Peppino Jannuzzi, inaugurando così un’amicizia con Sorrento e con i sorrentini, che sarebbe durata più di cinquant’anni. “Le straordinarie celebrazioni di quest’anno - ha dichiarato Lauro -, incentrate sul gemellaggio tra Sorrento e San Martino Valle Caudina, consacrano, nel nome dell’artista, il ponte ideale tra le due realtà, diversissime tra loro, entrambe, tuttavia, amatissime da Lucio. Ringrazio, per questo, i sindaci Cuomo e Pisano, gli assessori alla Cultura, Maria Teresa De Angelis e Francesco Bello, come sono grato a Maurizio Mastellone ed Eleonora Di Maio per aver voluto riportare, dopo decenni, Lucio Dalla al Fauno Notte Club. Sarò presente a tutte le manifestazioni e ad una serata di poesia, di musica, di danza e di emozioni, che sarà indimenticabile. Sono certo che tutti i sorrentini, che continuano a ricordare Dalla e ad amare le sue meravigliose canzoni, vorranno partecipare alle celebrazioni 2017 ed emozionarsi, con me, al Fauno Notte Club”.

 




Nota: Lasciando un commento come Utente non Registrato, esso sarà posto al vaglio dagli amministratori e visualizzato solo dopo l'approvazione. È quindi normale che un commento inserito senza registrarsi non compaia subito ed è inutile reinserirlo. Per ovviare a questa limitazione

Registrati

Sabato tutti a Sorrento per la Folgore!


Tutti al Palatigliana sabato prossimo a testimoniare la nostra vicinanza ai campioni della Folgore Massa di Mister Esposito e capitano Aprea, Ed il leit motiv della serata è in una sconfitta da dimenticare e che ancora scotta. Dalla pagina della Folgore:

SABATO ABBIAMO UNA SCONFITTA DA VENDICARE!
Mancano 10 finali ed a Sorrento arriva una squadra che all'andata ci ha battuti 3 a1. Ci vorrà il pubblico delle grandi occasioni per trascinare i nostri leoni alla vittoria, spalla a spalla, come sempre!

MERITIAMO IL PALAZZETTO
Sono più di 40 anni che la vergogna continua. Un raggio di sole oltre 25 anni fa con la palestra della SMS Pulcarelli a S.Agata, poi solo promesse, per non dire altro.
Lo scempio del bocciodromo che fu progettato sulle ceneri del mai costruito palazzetto sia pur quest'ultimo finanziato per tre lotti dalla Regione. Eravamo nel 80. Da allora solo chiacchiere da bar e tanto colpevole disinteresse. Il mio personale convincimento è che se si fosse trattato di costruire un impianto sportivo "ABUSIVO" sicuramente la nostra umiliazione sportiva sarebbe finita. Massa Lubrense è l'unico comune della Campania che non ha una palestra con gli spalti alla faccia delle Bandiere blu, dei record per la Differenziata e dei Ristoranti Stellati. Questa è la VERGOGNA!
Che fine hanno fatto il progetto del palazzetto adiacente alla Piscina comunale? E quello regalato al Comune dall' architetto Schiazzano in Via Massa Turro sull'area del bocciodromo? E quello sotto il parcheggio di Via Roma nei pressi della Scuola primaria? E quello del parcheggio di Via Partenope zona 5? E che fine farà il progetto in Via Massa Turro in proprietà Busacca sulle vestigia di un'idea degli anni 70?
Nel frattempo c'è chi ha fatto il proprio dovere mettendo mano alla tasca trascurando anche famiglia, lavoro e studio portando la Folgore Massa in Serie B nazionale di pallavolo. In tutto questo il popolo non parla perché il mattone abusivo ottura tutti gli spifferi.
Io la penso così e sfido chiunque al dialogo con dati di fatto ma soprattutto a dimostrarmi il contrario.
di antoninobelfiore, 19/02/2017 - 10:16

Come pensarla in maniera diversa dal Dott. Belfiore?
Purtroppo, con molto rammarico, devo constatare che lo Sport viene buono solo quando si tratta di raccogliere voti. Passata l'elezione diviene solo una fonte di fastidi indipendemente che si tratti di calcio, volley, basket, ciclismo o quant'altro.
G.G.
di Utente non registrato, 19/02/2017 - 15:44


Nota: Lasciando un commento come Utente non Registrato, esso sarà posto al vaglio dagli amministratori e visualizzato solo dopo l'approvazione. È quindi normale che un commento inserito senza registrarsi non compaia subito ed è inutile reinserirlo. Per ovviare a questa limitazione

Registrati

La Pro loco compie 60 anni: Auguri!


Quest'anno si festeggia il sessantesimo compleanno della Pro Loco di Massa, la prestigiosa Associazione che tanto ha controbuito per lo sviluppo turistico della nostra cittadina proponendo nel tempo tante manifestazioni che hanno reso celebre la nostra Massa: due per fare un esempio La festa della Madonnina del Vervece e la Sagadra del LImone che stanno vivendo una nuova giovinezza sapendosi adeguarsi al passare del tempo.   Tanti gli eventi in programma e si parte il prossimo sabato 25 febbraio con una mostra fotografica alla quale siamo tutti invitati per tuffarci nela Massa che fu ed in quella che è con tante fotografie ed articoli. Auguri amici ed al riguardo alcune notizie al riguardo di quello che si è organizzato e si sta organizzando e sui progetti dell'Associazione inviatemi dalla Presidente Teresa Pappalardo che ringrazio per l'attenzione:

Sabato 25 febbraio alle ore 18 nei locali della A. T. Pro Loco Massa Lubrense si inaugurerà la mostra docu-fotografica dei 60 anni dell'Associazione. Sessanta anni che, inevitabilmente, si intrecciano con la storia di Massa Lubrense. Il desiderio di rendere fruibili i ricordi ed il vissuto di questa Associazione và di pari passo con il concept di aprire sempre più la Pro loco sia ai turisti ma anche e soprattutto ai residenti. Basti pensare che nell'assemblea tenutasi lo scorso novembre, la totalità dei soci ha approvato un nuovo Statuto, maggiormente in linea con le normative attuali ed un ribasso della quota sociale che, dal 2017, è di soli 30 euro

Ci auguriamo che in questo modo siano in tanti ad innamorarsi dell'idea di contribuire in prima persona ad un continuo sviluppo che consenta alla nostra cittadina di poter eccellere sia in termini di ricettività che di ospitalità territoriale. Un primo e positivo riscontro l'abbiamo avuto con le numerose richieste di nuovi associati. Frutto,sicuramente, dell'eccelso lavoro di Amalia Guarracino, Romina Amitrano, Veronica D'Antuono, Daniela Ruocco e Debora di Bello che, con competenza e professionalità stanno conducendo e coinvolgendo il nostro sodalizio in progetti qualitativamente sempre più ambiziosi.

Ed in questo un ringraziamento va all'Amministrazione comunale, con la quale ci interfacciamo quotidianamente. I sessanta anni dell'Associazione saranno per noi l'occasione di celebrare le persone che, donando parte del proprio tempo, hanno fatto la storia della Pro Loco.

 

Ma il sessantesimo non si esaurirà con la mostra fotografica. Consci del valore delle tradizioni culturali e dell'importanza di recuperare le proprie radici per meglio progettare il futuro, la Pro Loco Massa Lubrense insieme al Comune, in occasione del trentesimo anniversario della scomparsa di Francesco Saverio Mollo, grazie alla squisita disponibilità della famiglia Mollo, si occuperanno della riedizione del poema "O Paese mio" E, grazie all'estro e alla bravura dei New Wind Ensemble, O Paese mio sarà recitato e musicato in sei appuntamenti estivi che toccheranno i luoghi più belli di Massa Lubrense. Ed in questo nostro girovagare ci auguriamo di aver accolto il pensiero di Don Saverio, che, nell'ultimo canto della sua opera recitava: " Vurria comme nu lucchero vulanno pe' stu paese mio iermene attuorno.


Grandiosa iniziativa questa messa a punto dal direttivo della Pro Loco Massa Lubrense presieduta da Anna Teresa Pappalardo.
Oltre che alla presidente i miei complimenti vanno anche alle collaboratrici per la loro preziosa opera di ricerca compiuta tra varie difficoltà nella raccolta del materiale documentario. Pi.Gi.
di Utente non registrato, 17/02/2017 - 10:06

Tanta storia, tanti Massesi che non ci sono più,tante iniziative.
Massa Lubrense con le sue enormi potenzialità , però, non è mai decollata e non si è mai affermata definitivamente come località turistica, almeno stando ai dati ufficiali di arrivi e presenze.
Ma sono i dati ufficiali veri e reali?
Ad onor del vero , come nell'edilizia, anche nel turismo c'è tanto abusivismo.
Paradossalmente possiamo dire che invece Massa è decollata alla faccia dei dati ufficiali, c'è tanto sommerso!
L'attuale Pro Loco della dottoressa Pappalardo sta operando bene.
Bisogna convincere,però, l'amministrazione e l'assessorato competente a garantire maggiore pulizia, maggiore tranquillità, maggiore sicurezza stradale, maggiore facilità ad utilizzare mezzi pubblici, prevalenza di spettacoli e manifestazioni di qualità, niente fracassi e baccani notturni, utilizzare gli itinerari per escursioni con più cura e maggiore attrezzature e sorveglianza,maggiori controlli su abusivi e furbetti della ricettività.
Non dobbiamo essere pessimisti ma \\"progettare il futuro \\" in questa fase storica in Italia non è possibile , bisogna cercare di gestire bene l'ordinario ed amministrare con buon senso valorizzando le cose belle che abbiamo e scoraggiando vandali, scostumati, disturbatori della quiete e deturpatori dell'ambiente.
SE si riesce in questo alla fine anche i cittadini noteranno un miglioramento della qualità della vita, i Sindaci con un recente provvedimento governativo hanno avuto maggiori poteri per fronteggiare il degrado urbano, quindi, non ci sono più alibi.
L'assessore al turismo recuperi l'evasione della tassa di soggiorno, non sono pochi bruscolini ma centinaia i migliaia di euro.
La Pro Loco potrebbe avere in questo un ruolo importante.


di Utente non registrato, 18/02/2017 - 11:51

sarebbe il caso di concentrare denaro, risorse ed energie in una sola Proloco. Massa Lubrense la più antica e la più vera!
di Utente non registrato, 19/02/2017 - 18:48

Il futuro deve partire dal meglio del passato.
di Utente non registrato, 20/02/2017 - 13:19


Nota: Lasciando un commento come Utente non Registrato, esso sarà posto al vaglio dagli amministratori e visualizzato solo dopo l'approvazione. È quindi normale che un commento inserito senza registrarsi non compaia subito ed è inutile reinserirlo. Per ovviare a questa limitazione

Registrati

Chiusa Via Termine per lavori:ordinanza


Per consentire i lavori relativi al ripristino della condotta fognaria privata in via Termine, nei giorni 17 e 18 febbraio dalle 08,00 alle 17,00, sarà istituito il divieto di transito.
In apertura la relativa ordinanza.



Nota: Lasciando un commento come Utente non Registrato, esso sarà posto al vaglio dagli amministratori e visualizzato solo dopo l'approvazione. È quindi normale che un commento inserito senza registrarsi non compaia subito ed è inutile reinserirlo. Per ovviare a questa limitazione

Registrati

Domani alla Bozzaotra il Prete anticamorra!




Interessante incontro domattina nella sala multifunzionale dell'Istituto Comprensivo Bozzaotra a Massa Centro dove terrà un incontro con docenti, studenti, collaboratori, dirigente e tutti quelli di noi che vorranno assistere all'evento, il Prete anticamorra Don Luigi Manganiello, prete di frontiera, che tanto ha lavorato per salvare giovani  meno giovani dal male nei Suoi anni trascorsi a Scampia e sui quali ha scritto il libro Gesù è più forte della camorra libro che ho acquistato e letto in passato. Brava scuola e grazie alla maestra Luisa per l'attenzione. Siamo tutti invitati.

Uno dei pochi sacerdoti scomodi non solo per la camorra ma anche per la stessa chiesa. Pi.Gi.
di Utente non registrato, 18/02/2017 - 10:20


Nota: Lasciando un commento come Utente non Registrato, esso sarà posto al vaglio dagli amministratori e visualizzato solo dopo l'approvazione. È quindi normale che un commento inserito senza registrarsi non compaia subito ed è inutile reinserirlo. Per ovviare a questa limitazione

Registrati

Real Madrid - Napoli: Massa c'è!








Saprete tutti che stasera a Madrid si disputerà la partita della stagione per il nostro Napoli ed è bello aver saputo e partecipare a Voi che uno spicchietto del Bernabeu, il tempio del Calcio Spagnolo, sarà occupato anche dai nostri amici del Club Napoli di Massa Lubrense, una cui delegazione guidata dal Grande presidente Trippaldella è sbarcata ieri a Madrid portando la nostra simpatia, che forte la bandiera del Napoli, al balcone della camera d'albergo, e la nostra vicinanza alla squadra azzurra. Grazie amici pe rl'attenzione e, ovviamente, Forza Napoli!

FORZA NAPOLI!. VINCI PER NOI ALE'MASSA! TORNATE VIMCITORI!
PI.GI.
di Utente non registrato, 15/02/2017 - 11:29

Forza Napoli!
di Utente non registrato, 15/02/2017 - 12:45

Più che la \\"cazzimma\\" invocata dal presidente Aurelio De Lauren- tis e messa in campo da Lorenzo Insigne con quel suo gran gol che ci ha illusi alcuni difensori e centrocampisti hanno evidenziato in diverse occasioni la loro \\"cazzità\\" di cui si son serviti i madrileni. Ora resta da sperare che il prossimo 7 marzo il Napoli si riprenda con \\"gli interessi\\" quanto ha lasciato al \\"Santiago Bernabeu\\" di Madrid dove basterà anche un 2-0 senza prender gol. Forza Napoli! Pi.Gi.
di Utente non registrato, 17/02/2017 - 10:19

Non è andata bene ma poteva andar peggio.
di Utente non registrato, 18/02/2017 - 11:52

Ci rifaremo.
di Utente non registrato, 20/02/2017 - 10:58


Nota: Lasciando un commento come Utente non Registrato, esso sarà posto al vaglio dagli amministratori e visualizzato solo dopo l'approvazione. È quindi normale che un commento inserito senza registrarsi non compaia subito ed è inutile reinserirlo. Per ovviare a questa limitazione

Registrati

Bozzaotra inaugurato laboratorio Ceramiche Chiaies






Il 27 gennaio 2017 il Sindaco Lorenzo Balducelli ha presieduto la semplice cerimonia di inaugurazione del Laboratorio di Arte Ceramica Ignazio Chiaiese, e l’apertura della mostra “Dalla Terra alla Terracotta … Ignazio Chiaiese e la sua arte” allestita presso l’Istituto Comprensivo “L. Bozzaotra” in via Roma, 27 a Massa Lubrense. Anche il dirigente scolastico Raffaele Russo, il presidente del Consiglio di Istituto Marcella Gargiulo, il presidente dell’Archeoclub di Massa Lubrense Stefano Ruocco, un gruppo di assessori, insegnanti e genitori sono stati presenti, ma i reali protagonisti della giornata avevano un’età compresa fra gli undici e i tredici anni: i nostri studenti. Non è stato necessario parlare a lungo della figura di Ignazio Chiaiese (Napoli, 1722-1797), anche i ragazzi più piccoli lo ‘conoscono’ e lo ‘riconoscono’ dal suo ritratto e dai suoi bellissimi pavimenti, ancora oggi conservati in moltissime chiese, conventi e cappelle di Massa.


Nessun allievo è stato chiamato a preparare “una parte da spiegare” per il laboratorio, dove il protagonista è il “fare” più che il “parlare”. La cerimonia di inaugurazione consisteva in un breve saluto da parte delle Autorità prima di apporre la targa con la scritta “Laboratorio di Arte Ceramica Ignazio Chiaiese”. Un gruppetto di allievi l’avevano disegnata, altri l’avevano sagomata col seghetto da traforo, i più piccoli in punta di piedi l’hanno appesa all’ingresso. Per adesso si tratta di un prototipo in compensato e cartoncino, la targa vera e propria sarà realizzata in maiolica, dopo aver avviato la “produzione”. Subito dopo il taglio del nastro effettuato dalla Prof.ssa Maria Cacace (Delegata alla Pubblica Istruzione), ogni allievo è andato al suo posto a modellare l’argilla, a smaltare piastrelle o a realizzare sagome in compensato. In laboratorio erano presenti Francesco Saverio Esposito, professore e Maestro d’Arte, l’artista Valentina Nunziata e Diana De Maio, insegnante della scuola, tutti esperti e appassionati di arte ceramica, che collaborano per tramandare ai giovani l’amore per una delle arti più antiche del mondo.


Dopo l’inaugurazione del laboratorio un altro gruppo di giovanissimi, iscritti all’Archeo Junior sono scesi per illustrare ai genitori la mostra fotografica “Dalla Terra alla Terracotta … Ignazio Chiaiese e la sua arte”. La mostra, allestita per la prima volta dalla sede dell’Archeoclub di Massa Lubrense in occasione della pubblicazione del volume di Eduardo Alamaro e Francesco Tanasi “La Maiolica delle Sirene”, nel 1993, consta di più di cento straordinarie fotografie, che sono state riproposte in questa nuovo allestimento che si snoda dall’atrio al piano terra fino al primo piano di quello che fu il Collegio dei Gesuiti di Massa Lubrense. La mostra, sempre visitabile in orario scolastico, sarà aperta al pubblico fino al trenta aprile 2017, in questi giorni, ogni mattina, andando in classe gli sguardi degli allievi della scuola saranno attratti dalle chiese, i chiostri e le sacrestie di Massa Lubrense, dove ancora oggi sono custoditi questi tesori dell’arte settecentesca.


Un ringraziamento va a chi ha reso possibile tutto ciò, e soprattutto all’Amministrazione Comunale che ha finanziato la messa in sicurezza dei locali del laboratorio, danneggiati dalle infiltrazioni d’acqua e dai cedimenti delle vecchie travi in legno dei solai. In primis il Sindaco e l’assessore Pietro di Prisco, l’Ufficio Manutenzione, l’impresa esecutrice e la Direzione Lavori condotta con grande perizia e sensibilità dall’Arch. Domenico Morvillo. Grazie al loro impegno viene “regalato” agli allievi della scuola e alla Città di Massa Lubrense un luogo dove coltivare la creatività e l’amore per l’arte e le tradizioni.


(grazie all'Archeoclub per l'attenzione ed a Voi tutti l'invito a vistare il laboratorio negli orari di apertura della scuola)




Andiamo tutti a visitare il laboratorio. Incoraggiamo i nostri ragazzi a fare sempre belle cose. Pi. Gi.
di Utente non registrato, 15/02/2017 - 11:34

Arte e tradizioni troppo abbandonate.
Non è troppo tardi per recuperare il nostro patrimonio artistico e monumentale.
Sarà fatto?
Ai posteri l'ardua sentenza.
di Utente non registrato, 15/02/2017 - 12:48

Oggi come oggi ci sono più sbocchi lavorativi nei lavori manuali che in quelli intellettuali.
Il posto fisso un miraggio e riservato a pochi eletti.
Riscoprire artigianato ed agricoltura di qualità.
Puntare sul cooperativismo e non rifiutare piccoli lavori.
Forza ragazzi è dura ma ce la dovete fare!
di Utente non registrato, 18/02/2017 - 11:55


Nota: Lasciando un commento come Utente non Registrato, esso sarà posto al vaglio dagli amministratori e visualizzato solo dopo l'approvazione. È quindi normale che un commento inserito senza registrarsi non compaia subito ed è inutile reinserirlo. Per ovviare a questa limitazione

Registrati

Archeoclub-Salvemini. Partito progetto scuola lavo


Il Comunicato della nostra prestigiosa Associazione culturale Archeoclub, grazie Imma per l'attenzione, che riguarda il via al progetto Scuola Lavoro che vede come Attori i nostri amici dell'Associazione ed il Liceo Scientifico Salvemini di Sorrento. Complimenti a tutti:

L'ARCHEOCLUB C'E'.

 

Sulla scena peninsulare l'Archeoclub Lubrense è l'unica associazione culturale ad aver ottenuto il diritto di partecipare al progetto di alternanza scuola-lavoro con un Liceo: lo Scientifico di Sorrento.

24 ragazzi, sabato 11 febbraio, hanno iniziato il loro primo giorno di lavoro nella sede dell'Archeoclub, ricevuti dal Presidente, Stefano Ruocco e dai membri del direttivo. Dopo i convenevoli saluti, giunti anche dalla Città nella persona dell'assessore avv. Sergio Fiorentino, i ragazzi hanno ottenuto le prime dritte su ciò che andranno a fare nei prossimi giorni 'lavorativi': un progetto sul Decurionato, mirante alla lettura e alla schedatura di verbali delle sedute comunali dell''800 (coordinati dall'archivista e storico Gennaro Galano); un progetto di implementazione della messa online dei volumi di storia patria per la biblioteca digitale 'F. S. Mollo' (coordinati dal Presidente Stefano Ruocco); un progetto sulla messa online di tutte le attività dei 40 anni di Archeoclub e un altro sui furti di opere d'arte sul territorio (coordinati da Franco Simioli e dal prof. Domenico Palumbo); un progetto di sbobinatura dei contributi degli illustri professori che a Massa Lubrense hanno tenuto pubbliche conferenze su argomenti di storia patria nel 2016 - anno del quarantennale - (coordinati da Luigi Gargiulo).

“È un vero onore per noi poter ospitare questi ragazzi” - interviene il Presidente Ruocco “e per questo ringrazio la professoressa Rita Lauro del Liceo “Salvemini” che con tanto entusiasmo ha sposato l'iniziativa e ha reso possibile questa esperienza, che è a tutti gli effetti un'occasione di crescita per loro e un'occasione di incontro per noi: incontro che ha nella trasmissione della conoscenza la prima e più autentica finalità”.

Ma perchè l'Archeoclub? Ci risponde il vice presidente, Palumbo: “ai ragazzi dobbiamo parlar chiaro: il lavoro si trova con due ingredienti: conoscenza e talento. Il primo viene dalla scuola e dalle esperienze personali; il secondo lo devi saper riconoscere, saperlo tira fuori e saperlo coltivare. Perchè tutti, proprio tutti hanno talento. Il mondo là fuori non crede più alle scuse delle raccomandazioni ma chiede il tuo talento: chi meglio di un'associazione può esser palestra per impegnarsi con un obiettivo chiaro, per lavorare in team, per risolvere problemi, per proporre soluzioni, per provare a convincere chi alla fine decide. L'Archeoclub guarda al passato, è vero, ma più di tutto si occupa dei giovani, perchè più di ogni altra cosa, crede in loro”.

Buon lavoro a questi ragazzi dunque, che stanno contribuendo a scrivere un altro pezzettino della storia di Massa Lubrense.

“Intanto – continua il Presidente – l’attività dell’Archeoclub non si limita solo a questa iniziativa: in questo momento a S. Agata Anna Maria Esposito (con 38 di febbre) ed Ester Esposito guidano i 30 ragazzi dell’IC “Pulcarelli”, coinvolti nel progetto “Scuola Viva” alla scoperta del centro storico della frazione lubrense e l’Arch. Diana De Maio sta rappresentando la nostra Sede al Convegno Regionale dei Presidenti della Campania a San Angelo in Formis (CE)”.

Ma il fine settimana dell’Archeoclub, iniziato venerdì pomeriggio con la visita guidata ai pavimenti maiolicati della Chiesa di Santa Teresa e dell’Antica Cattedrale destinata ad una cinquantina di alunni dell’I.C. “Bozzaotra”, continuava ancora. Nella sede dell’Associazione “Nerano Futura” presso l’ex edificio scolastico in via Vespucci, alle 18,30 l'Archeoclub è stato protagonista della serata destinata ai festeggiamenti del 21° compleanno dell’associazione presieduta da Salvatore Andreone. In una sala gremita Stefano Ruocco ha ripercorso appassionatamente tutte le tappe della devastante invasione Turca del 1558 coadiuvato dalle letture di Alfonso Caputo, magnifico priore della locale confraternita del SS. Rosario. Un incontro emozionante che suscitava i complementi e l’apprezzamento sincero da parte di tutti i presenti, del nuovo Parroco Don Michele Di Capua e del Vice Sindaco avv. Giovanna Staiano.

Un vero e proprio tour de force culturale, dunque, conclusosi alla grande, dove l’Archeoclub ha dimostrato di avere una valida struttura organizzativa, oltre che soci e dirigenti di valore.


Ottima iniziativa ma ci sono anche furti legali, come quelli che ha subito Massa vedi Marina Lobra, vedi Vadabillo etc.
L'archeoclub brava gente ed in buona fede ma sono stati troppo tiepidi e riverenti verso le Soprintendenze.

di Utente non registrato, 15/02/2017 - 12:53

Hai dimenticato o forse ignorato?) il furto delle antiche mattonelle dell'antica chiesa di Metrano! PI.Gi.
di Utente non registrato, 16/02/2017 - 15:41

Bisogna recuperare tuttoe creare 2 0 3 locali espositivi lungo o ad inizio dei percorsi turistici.
Affidarli alla custodia degli anziani e farli adottare dalle scuole.
L'archeoclub Massese è benemerito ma very slow e fatalista.
I burocrati della soprintendenza non dovevano portare tutto il patrimonio archeologico massese a Villa Fondi, non ha nessun senso e l'archeoclub ha taciuto.
Concordo con gli interventi precedenti.
di Utente non registrato, 17/02/2017 - 08:54

L'archeoclub c'è?
Allora , insieme al Comune, realizzi due o tre mini musei distribuiti in punti strategici del territorio non lontani dai punti più visitati : CAMPANELLA-SAN COSTANZO
EREMO DEL DESERTO
QUARTIERE-MARINA LOBRA

Di scartoffie e chiacchiere non sappiamo che farcene.

di Utente non registrato, 18/02/2017 - 12:00


Nota: Lasciando un commento come Utente non Registrato, esso sarà posto al vaglio dagli amministratori e visualizzato solo dopo l'approvazione. È quindi normale che un commento inserito senza registrarsi non compaia subito ed è inutile reinserirlo. Per ovviare a questa limitazione

Registrati

L'Atletico consiglia il Carnevale di Alba al Gard


Il Carnevale, si sa, è soprattutto la festa dei Bambini che scelgono quella giornata per indossare almeno per un giorno le vesti del Suo personaggio o animale preferito o di quel che vorranno far da grandi. Ed allora perchè non profittare dell'opportunità che ci offrono gli amici del Garden bar di Massa Turro che  il prossimo 26 febbraio  hanno organizzato, con la collaborazione della nostra amica ed istruttrice Alba Starace consigliato dagli amici dell'Atletico, garzie Nino pe rla locandina,  per  tutti i bambini un pomeriggio da favola  e da vivere tutti insieme in allegria con scherzi, laboratori creativi,  musica, balli, giochi e tante stuzzicherie da gustare. In apertura la locandina con le informazioni ed i recapiti per info  e prenotazioni.



Nota: Lasciando un commento come Utente non Registrato, esso sarà posto al vaglio dagli amministratori e visualizzato solo dopo l'approvazione. È quindi normale che un commento inserito senza registrarsi non compaia subito ed è inutile reinserirlo. Per ovviare a questa limitazione

Registrati